martedì 28 maggio 2013

lunedì 27 maggio 2013

domenica 26 maggio 2013

Messina - Convegno: Famiglia- Lavoro -Solidarietà


Formazione e avviamento alle discipline del soccorso volontario di Protezione Civile da Ucsm Messina (Note)

Idea di fondola Divulgazione dei valori del Volontariato di protezione civile;
la promozione del senso di appartenenza al territorio;la presa di coscienza della storia di Messina e la diffusione di buone pratiche per la tutela ambientale e della biodiversità;gli aspetti di prevenzione, conoscenza e soccorso della Protezione civile;
il valore della sinergia tra gli operatori del volontariato e le Istituzioni e attuazione di una rete di coordinamento integrata;integrazione dei saperi delle discipline del soccorso e della protezione civile;consentire a tutte le componenti del Sistema di conoscere e saper rispondere in maniera adeguata e tempestiva ad un possibile evento prevedibile e/o imprevedibile;l’apertura al territorio e la proposta di un modello ecosostenibile per la Città.La formazione  nasce quindi come strumento per consolidare la cultura della sicurezza, approfondire la dinamica della protezione civile e tenere aperta la discussione e l’attenzione sui temi degli eventi calamitosi e dalla mitigazione dei rischi.

GIVA - Gruppo Internazionale Volontariato Arcobaleno a Roccavaldina

Roccavaldina  22 maggio 2013, 
ufficialmente, è stata istituita la Delegazione Comunale GIVA di “Roccavaldina”. Ciò si è reso possibile GRAZIE alla sensibilità e forte volontà dimostrata da tutta l’Amministrazione Comunale, con in testa il Sindaco, Antonino DI STEFANO, al quale va il nostro più sentito ringraziamento. Alla sua presenza e a quella dell’Assessore preposto, dopo una breve introduzione fatta dal Presidente Nazionale e dal Presidente del Comitato Provinciale di Messina, si è passati ad istituire formalmente la Delegazione Comunale che allo stato attuale conta già 14 Volontari, i quali hanno già dato vita alla elezione democratica delle cariche interne. Quale Presidente è stato nominato il Socio Volontario ABATE Nicola, quale Vice Presidente il Socio MAGAZZU’ Giovambattista, quale Tesoriere il Socio Volontario SCIBILIA Diego e Segretario il Socio MARCHETTA Francesco.
A tutti i componenti della Delegazione Comunale di Roccavaldina vanno i nostri più vivi auguri per un cammino serio, professionale e soprattutto sereno. Dopo il primo approccio, i Volontari di Roccavaldina, avranno modo di partecipare a tutte quelle attività associative poste già in essere a livello Provinciale e non solo a quelle attività prettamente di Protezione Civile, ma anche quelle dirette al Volontariato Sociale, quale il banco del Farmaco, Alimentare e raccolta vestiario, nonché lo Sportello Antiviolenza.
A tutti i soci i migliori auguri.
Dr. Alessandro PREVITI
Il Gruppo Internazionale Volontariato Arcobaleno è una realtà nata nel 2008 con lo scopo di integrarsi nel Sistema di Protezione Civile Regionale prima e quello Nazionale dopo. La professionalità e soprattutto la solidarietà dei volontari ha fatto sì che il gruppo, meglio conosciuto con l’acronimo GIVA, mostrasse ben presto la sua valenza in momenti di grandi eventi e (purtroppo) anche in occasioni di grosse emergenze, tra le ultime Abruzzo 2009 e Messina – Giampilieri 2009. Nata con lo scopo di fare Protezione Civile e Volontariato, l’Associazione si è mostrata sin da subito attenta alle problematiche del territorio, ha allargato, nel corso degli anni, le sue attività anche a manifestazioni di tipo sociale, attenzionando in particolar modo quelle fasce meno agiate quali anziani e diversamente abili. All’interno del portale a tal proposito è possibile visitare la sezione “GIVA per il sociale”. Inoltre attraverso queste pagine web vogliono rendersi pubbliche tutte le attività associative, informando il visitatore e avvicinandolo al mondo del Gruppo Internazionale Volontariato Arcobaleno.

Premio Donna Siciliana 2013 per la poetessa Anna Bonarrigo

Fonte Fb

·20 maggio2013
Sono lieta di comunicare che domenica 16 giugno ad ACI CASTELLO in piazza Castello alle ore 20 si terrà la seconda edizione del Premio "PREMIO DONNA SICILIANA" 2013 - Ritiro il  premio "DONNA SICILIANA" per la POESIA ed orgogliosa porto i
saluti della mia Messina a cui dedico questo riconoscimento... grazie a chi ancora una volta ha creduto in me..... Anna Bonarrigo...

"INSIEME" DUOMO ANTICO AL CASTELLO MANIFESTAZIONE ORGANIZZATA DALL RAM DI MILAZZO

Fonte Sicilia press  
http://www.siciliapress.it/index.php?option=com_content&view=article&id=13338:duomo-antico-al-castello-la-ram-di-milazzo-organizza-la-manifestazione-qinsiemeq-per-il-prossimo-28-maggio&catid=43:colonna-2&Itemid=54
Foto RAM (Firma di adesione al protocollo legalità)
DUOMO ANTICO AL CASTELLO, LA RAM DI MILAZZO ORGANIZZA LA MANIFESTAZIONE "INSIEME" PER IL PROSSIMO 28 MAGGIO
Sabato 25 Maggio 2013
Il 28 maggio 2013 alle h 16,30 presso il Duomo Antico del Castello di Milazzo si svolgerà "Insieme ", l'evento promosso dalla RAM, Raffineria di Milazzo per sottolineare, insieme ai suoi partner più stretti - le persone che lavorano all'interno della Raffineria e le aziende dell'indotto - l'importante traguardo dei 2 anni senza infortuni non solo tra il personale diretto ma anche tra i lavoratori delle ditte terze. Parteciperanno autorità, rappresentanti delle istituzioni, del Sindacato e della società civile. Sono previsti interventi del sindaco di Milazzo, Carmelo Pino, del Presidente della RAM, Alessandro Gilotti, del Presidente di Confindustria Sicilia, Antonello Montante, dei Segretari Confederali provinciali CGIL, Oceano, e CISL, Genovese, del direttore dell'INAIL Messina, Salvatore Sergi, del direttore S.Pre.SAL. ASP Messina, Emma Paino, oltre al Presidente Confindustria Messina, Ivo Blandina, in rappresentanza delle ditte dell'indotto.Al termine è prevista una visita guidata del Castello ed una esposizione di opere dei ragazzi dell'Istituto Artistico di Milazzo

Consensi per lo scrittore Rocco Rando per il nuovo libro "Preghiera silenziosa - linguaggio sovrumano"

scrittore Rocco Rando
da sinistra: G.Stella , Padre marco , Frof  F.Russo e Rocco Rando
Milazzo - sabato 25.05.2013
(foto di Marika Rando)

Ha riscosso numerosi consensi l’ultima opera dello scrittore Rocco Rando, nel corso della presentazione, come da programma, l’evento ha avuto luogo presso nel salone dell’oratorio della PARROCCHIA DEL SACRO CUORE DI MILAZZO nel pomeriggio di sabato 25 maggio 2013. dal titolo "Preghiera silenziosa - linguaggio sovrumano" ( Appendice alla 'Teandrousia- Spirito di Dio' ) dello scrittore Rocco Rando, a cura dell'Editrice Agim di Milazzo e dell'Associazione 'Filicus Arte'. :
Il Presidente dell'Agim, Giuseppe Stella , ha introdotto i lavori; mentre Padre Marco D'Arrigo e Filippo Russo sono stati i relatori . L'autore, a completamento del suo precedente saggio coglie lo spunto dall’ipotesi provocatoria di due validi studiosi dell’Università di Messina ( Antonino Pennisi e Alessandra Falzone, autori del saggio “ Il prezzo del linguaggio ” ) dell’estinzione della specie umana per colpa del linguaggio, suo massimo stadio evolutivo, che, privandola di un “ramo parallelo” o possibile antagonista evolutivo che le faccia concorrenza nel primeggiare per la più estesa ed efficace “ adattabilità ” alle cambiate condizioni ambientali, la condanna a chiudersi per sempre ( figurativamente come un corallo dalle ramificazioni mozzate e quindi senza possibili sbocchi ). L’autore confuta questo modo di vedere asserendo che l’uomo per evolversi ulteriormente non ha bisogno di conseguire una maggiore “complessità”, avendo già raggiunto il massimo possibile sviluppo strutturale ed evolutivo che gli assicura un tale stadio di “ iper-adattività ” da poter tranquillamente dire d’aver tutto quello che gli occorre per far fronte ad ogni possibile problema emergente del clima, territorio, alimentazione, riproduzione e così via: per cui l’ulteriore progresso evolutivo può praticarsi solo sulle sue facoltà già consolidate come quella psichica. Percorrendo tale linea evolutiva l'autore, col presente saggio, arriva al capolinea del " linguaggio silenzioso" o " silenzio eloquente", che è il linguaggio sovrumano e trascendente, il cui atto finale è la " preghiera silenziosa " del mistico, cui si accede con percorso accidentato prettamente spirituale e in perenne ascesa verso Dio attraverso il superamento di 19 gradini di purificazione. Tali gradini sono, per l'autore, indicatori delle virtù e dei difetti da acquisire e/o da abbandonare in quella marcia ascensionale. L'ultimo gradino è il silenzio, che è quel nulla - mistico nel quale naufraga il nostro ' io': quel nulla che si ricollega all'essenziale, l'Amore di Dio nella sua pura essenza. Il linguaggio sovrumano della preghiera silenziosa ci fa scendere nel fondo dell'anima al cospetto della Trinità Divina, facendoci immergere in una realtà spirituale che ci fa cogliere l'insieme delle cose e ci fa diventare autentici uomini e figli di Dio. E' quanto si auspica l'autore, sperando, nella sua nota introduttiva, che l'anno della pubblicazione del saggio rappresenti l'avvento dell'era della sobrietà, della fede e di una rinnovata Umanità. Con questo saggio l’autore s’inerpica per gli scoscesi sentieri speculativo – teologici per cercare di cogliere il filo del bandolo della complessa essenza umano – divina ancora avvolta nel mistero più fitto.

giovedì 23 maggio 2013

La morte di Don Andrea Gallo

mercoledì, 22 maggio 2013
La morte di Don Andrea Gallo

Una notizia che esula dal nostro contesto territoriale ma che diamo ugualmente data la notorietà della persona. Genova - Don Andrea Gallo è morto alle 17.45. Il fondatore della Comunità di San Benedetto al Porto di Genova aveva 84 anni. Le sue condizioni di salute si erano aggravate negli ultimi giorni. Il “prete di strada” di Genova si è spento nel suo letto della Comunità da lui fondata assistito da tutta la grande famiglia di San Benedetto al porto. A vegliarlo, tra gli altri, anche i nipoti Paolo e Vittorio. «Il suo cuore ha cessato di battere alle 17:45 - ha detto il portavoce della sua comunità, Domenico Chionetti -. Siamo tutti con il cuore gonfio di tristezza». «Si era visto già nel primo pomeriggio che le condizioni erano estremamente gravi» ha dichiarato il professor Franco Henriquet, presidente dell’associazione Gigi Ghirotti di Genova, che da giorni assisteva il don. La situazione clinica, ha detto Henriquet, è peggiorata in modo significativo negli ultimi giorni: «È stato improvviso. Dopo il ricovero al San Martino si pensava che le sue condizioni fossero migliorate e invece in questi ultimi giorni sono precipitate»

mercoledì 22 maggio 2013

Mostra dell'artista Franco Saporito




Domenica 26 Maggio alle 18.00 presso la sede dell'Associazione 
"In Europa-Centro Studi", di via Cavour 19.Milazzo -inaugurazione della
Mostra dell'artista Franco Saporito, che coltiva un hobby speciale, la legatura a piombo delle vetrate Liberty, Abilità tecnica e gusto nella scelta dei soggetti, talvolta di fantasia, più spesso legati alla tradizione, dal Liberty al Tiffany, - vetrate, quadri, lampade.-, a quello specialissimo delle grandi vetrate dei palazzi storici di Palermo.

martedì 21 maggio 2013

Tre giorni di legalità - iniziativa di "Addio Pizzo" Messina


gruppo di musica “Malanova”,

http://www.malanova.org/index/storia.php

"Malanova" e la mappa etnico-folkloristica
 Note del Prof  Giuseppe Anania  

“MALANOVA” e la mappa etnico-folkloristica
Pensa la festosa vendemmia di un tempo durante la quale grappoli di uva di vischioso mosto vengono tagliati da garrule contadinelle e, messi prima nelle ceste di vimini e poi nei barili di legno odoroso, sono portati da carri o carretti trainati da animali, al palmento per essere pigiati coi piedi.
Pensa una solare mietitura a mano di fieno, di grano o di altro, un tempo, durante la quale al contadino ride l’occhio mentre la lucertola o altri animali, non più al riparo, scappano, facendo trasalire i mietitori che smettono di cantare e chiedono acqua fresca o amabile vinello, nel trasudato fiasco di terracotta già portato dalla premurosa contadina dalla sua rustica dimora.
Pensa di sentire provenire dal tempo antico il canto del carrettiere, del bifolco, dello zappatore o di altri sotto il solleone, mentre la cicala frinisce tra i rami dai penduli frutti e il libero pollame starnazza sull’aia, con le ali aperte per la calura dell’estivo solstizio.
Pensa i ritmi esistenziali del mondo rurale, quando la vita dell’uomo si snoda in genere sugli spuntoni del dolore, della miseria, dell’impagata fatica, dello sfruttamento e delle angherie padronali, lenite da un forte spirito di sopportazione che sfocia nell’atavica concezione di un fatalismo improntato all’espressione “Lassamu fari ‘a vuluntà ‘i Diu”.
Se pensi questo e altro di simile genere, ascolta, allora, i canti e i suoni ora gioiosi ora dolenti e malinconici del gruppo di musica “Malanova”, i cui componenti riescono a ricreare magiche atmosfere di vibrante poesia e conducono alle radici degli usi, dei costumi e delle tradizioni di un popolo. Ciò consente di sentire aleggiare l’anima, la voce, la parola dialettale, insomma la vita di “Zu’ Petru”, di “Za’ Ciccia”, di “Zu’ Cola”, di “Gna’ Tuzza”, di “Gna’ Tana” e di quant’altre figure popolari la cui storia umana, perduta nel gorgo del tempo, non è conosciuta dalla giovani generazioni.
Il gruppo di musica “Malanova” , già addentratosi nelle antiche pieghe dello spirito del popolo, persevera con pertinacia nella ricerca e nel recupero della memoria, i cui canti, le cui parole vibrano come foglie al vento più o meno leggero e recano amori, gelosie, rabbie e quant’altri sentimenti o valori più o meno positivi. I giovani componenti del gruppo etnico “Malanova” sono interpreti, quindi, che riuescono a produrre e proporre magie di ritmi serrati come gabbie, compatti come siepi, armonici e musicali come ventri di chitarre, sapendo essere confidenziali come innamorati, piacevolmente sonori come cascatelle d’acqua, magnetico come gelsomini notturni.
Si possono così (ri)vivere, ascoltandoli, momenti di autentica cultura etnico-folkloristica, la cui mappa merita sempre una più interessata lettura da parte di chi ama veramente le radici del popolo cui appartiene per meglio capire e apprezzare il proprio presente.
Giuseppe ANANIA
(poeta e studioso delle tradizioni popolari siciliane)

“Sagra della ricotta e del maiorchino”, organizzata dall’associazione scientifico-culturale “La Giara”


 


Scritto da Antonella Alibrando & Katia Trifirò –
Tutelare e valorizzare i prodotti tipici, le razze autoctone e il territorio, puntando ad incrementare la redditività del settore agricolo-pastorizio e a creare una rete di alta qualità tra produttori e consumatori. Si è svolta all’insegna di questi obiettivi la “Sagra della ricotta e del maiorchino”, organizzata dall’associazione scientifico-culturale “La Giara” con l’adesione delle aziende riunite nel “Consorzio Valle del Mela”. Una grande festa popolare che, quindici anni dopo l'ultima edizione, ha coinvolto i visitatori alla scoperta dei sapori della tradizione, nello scenario della ristrutturata Piazza Milite Ignoto. Ad accompagnare le fasi di lavorazione della ricotta e la degustazione del maiorchino, il formaggio luciese che prevede una stagionatura di oltre 24 mesi, esposizioni artigianali, performance artistiche, i balli folk del gruppo “Il Girasole”, la musica dei “Coppola Nera” e una sfilata di moto e auto d'epoca.
In tempi di globalizzazione e di fast food, spiegano gli organizzatori, puntare sulla qualità delle produzioni tipiche significa incentivare il ruolo dell’agricoltura e della pastorizia, come risorsa per rilanciare l’economia locale. In quest’ottica è stata annunciata la creazione di una cooperativa agricola che vedrà la luce grazie al progetto di un gruppo di giovani decisi ad investire sulle specificità produttive del territorio e, quindi, in una nicchia di mercato che preferisce i sapori cosiddetti “a km 0” piuttosto che quelli edulcorati delle grandi catene da supermercato.
Di tutto questo si è parlato nel corso di una conferenza, organizzata nell’ambito della sagra, alla quale hanno preso parte, tra gli altri, il dott. Gino Savoia, presidente provinciale della Confederazione Italiana Agricoltori, il prof. Alessandro Zumbo, veterinario dell’ateneo messinese e l’ingegnere capo del Genio Civile di Messina Gaetano Sciacca. L’incontro ha fornito l’occasione per riportare alla ribalta l’idea di un “Parco dei Peloritani”, nel quale, come ha affermato Savoia, proprio il centro luciese potrebbe costituire uno dei punti strategici, grazie alla ricchezza enogastronomica, paesaggistica, storico-artistica che offre.
Il binomio tra sapori tipici, produzioni locali e patrimonio culturale è stato al centro dell’intervento di Giuseppe Bella, presidente dell’associazione “La Giara”, che è già a lavoro per i prossimi eventi. Tra questi, la rassegna del cavallo indigeno siciliano, atteso appuntamento annuale che tornerà a settembre, e un premio alla memoria di Grazia Rappazzo nell’ambito del festival del folklore estivo.
La conferenza, dedicata al ruolo dell'associazionismo per il rilancio economico-culturale di Santa Lucia del Mela, ha fatto riflettere sulla forza del volontariato e dell’associazionismo che negli ultimi anni si è sviluppato in maniera sorprendente nella comunità luciese. È infatti grazie alle associazioni se nel nostro paese c’è un susseguirsi di eventi o comunque di iniziative che oltre a farci riscoprire il piacere dello stare insieme e lavorare uno a fianco all’altro ci permettono di far conoscere S. Lucia e le sue tradizioni. Cultura, infatti, non significa soltanto opere d’arte, ma cultura è anche l’immenso patrimonio immateriale costituito da lavorazioni artigianali e da tradizioni che da secoli si ripetono nella nostra terra.
Nel corso della conferenza, inoltre, è stata presentata al pubblico e ai giornalisti ospiti la rivista “Mankarru”, il primo periodico culturale del territorio di Santa Lucia del Mela, nato con l’obiettivo di costruire una sorta di archivio di documenti storici e memorie orali.
«Il bilancio positivo dell’evento conferma che investire sul territorio significa puntare sulla riscoperta di quello che abbiamo, che ci differenzia nell’offerta turistica e fornisce possibilità di crescita per il futuro», ha detto il sindaco, Nino Campo, concludendo i lavori del pomeriggio. «Occorre promuovere le potenzialità di un circuito economico che riflette profondamente la cultura del territorio».
Pubblicato da Redazione

domenica 19 maggio 2013

FORUM POPOLARI LIBERI E FORTI : Bicicritica 2013. Il bilancio di Milazzo Rossa “se...

FORUM POPOLARI LIBERI E FORTI : Bicicritica 2013. Il bilancio di Milazzo Rossa “se...: Milazo 13.05.2013 Circa cento ciclo-amatori partiti da Milazzo hanno superato il ponte di Calderà per un incontro ideale con altrettant...

L'ultimo saluto a Giuppy Black


  L'ultimo saluto a Giuppy Black 

 Fonte La Città
Scritto da Veronica D'Amico
Domenica 19 Maggio 2013 


Migliaia di persone, ieri mattina, hanno dato l’ultimo saluto al giovane Giuseppe Tusa, il militare della Guardia costiera, rimasto vittima del tragico incidente avvenuto il 7 maggio nel porto di Genova.
Al Duomo di Milazzo, nella giornata di lutto cittadino, si sono celebrati i funerali del trentenne, in una chiesa gremita di gente. Molte le autorità presenti, le forze dell’ordine e le varie delegazioni di rappresentanti, tra cui quelle degli studenti delle scuole del comprensorio.
Durante le esequie, officiate da Monsignor Calogero La Piana, arcivescovo di Messina, è stata ricordata la figura di Giuseppe: il suo carattere umile, la sua gioia e voglia di vivere, la sua volontà di affermarsi in ciò che faceva e in cui credeva, il generoso compimento del proprio dovere e l’immenso affetto per la famiglia e gli amici, valori questi che contraddistinguevano la sua persona e che - “saranno ora gelosamente custoditi nel cuore di chi lo amava” – afferma, nella sua omelia, monsignor La Piana. E rivolgendo parole di conforto alla famiglia, in particolar modo alla madre di Giuseppe, l’arcivescovo dice - “Ogni parola è insufficiente e inadeguata perché la grande ferita provocata nel cuore dalla scomparsa di una persona cara ha bisogno del “tempo di dolore”. Per chi vive nella fede, sa che pace e conforto vengono dalla preghiera e che solo la fede dona la forza per sopportare eventi così tristi: attraverso essa, si percepisce, dal profondo di ogni morte, quel germoglio di vita nuova che è dentro di noi”.

sabato 18 maggio 2013

milazzoggi: Giornata della legalità Nel ricordo di Capaci


 Giornata della legalità   versione testuale
Nel ricordo di Capaci... (23 maggio 1992 - 23 maggio 2013)
LEGALITA': IL CORAGGIO DI DARE UN VOLTO NUOVO ALLA SOCIETA'
 
L'Ufficio diocesano per i Problemi sociali e il Lavoro, in collaborazione con il Progetto Policoro, la Presidenza diocesana dell''Azione Cattolica e il Comitato AddioPizzo, promuove la Giornata diocesana della Legalità "In ricordo di Capaci... Legalità: il coraggio di dare un volto nuovo alla società". Diversi gli appuntamenti previsti in calendario da giovedì 23 maggio, anniversario della strage di Capaci a sabato 25.

 Giornata della legalità Nel ricordo di Capaci: Giornata della legalità Nel ricordo di Capaci... (23 maggio 1992 - 23 maggio 2013) LEGALITA': IL CORAGGIO DI DARE UN VOLTO NUOVO...

milazzoggi: Seminario "Dalla Città alla Communitas"

milazzoggi: Seminario "Dalla Città alla Communitas": Seminario "Dalla Città alla Communitas" L'etica ambientale in dialogo con la città e il territorio Seminario sul tema “Dall...

DENUNCIATA PER ISTIGAZIONE AL SUICIDIO BANCA CHE HA TOLTO LA CASA A GUARASCIO. Codacons chiede ai cittadini di segnalare casi simili

Riceviano e pubblichiamo

Categoria: Attualità 
Venerdì, 17 Maggio 2013 11:51 Data pubblicazione

SICILIA - RAGUSA (RG) - Il Codacons presenterà oggi un esposto alla Procura della Repubblica di Ragusa contro la banca che ha messo all’asta la casa di Giovanni Guarascio, muratore disoccupato di 64 anni che a Vittoria (Ragusa) si è dato fuoco per difendere la propria abitazione.
Nell’esposto l’associazione chiede di aprire una indagine nei confronti dell’istituto di credito coinvolto, allo scopo di accertare se il comportamento della banca, che ha messo all’asta la casa di Guarascio per un debito di piccola entità e non superiore ai 10mila euro, possa configurare eventuali reati, come l’istigazione al suicidio.
Il Codacons chiede inoltre oggi alle istituzioni del nostro paese di studiare un provvedimento volto a sospendere gli sfratti e le vendite delle prime case da parte delle banche per quei cittadini i cui redditi annui non superino i 20mila euro.
L’associazione invita inoltre gli utenti che rischiano di perdere la propria abitazione a causa delle banche a segnalare la propria storia inviando una mail a info@codacons.it, così da permettere al Codacons di inoltrare analoghe iniziative legali contro gli istituti di credito più spietati.(scritto dal Codacons)

Milazzo. Aperta la Camera ardente: l'ultimo saluto a Giuseppe Tusa



 Fonte Web
Milazzo. Aperta la Camera ardente: l'ultimo saluto a Giuseppe Tusa

Categoria: Primo Piano Pubblicato Venerdì, 17 Maggio 2013 17:56 Scritto da Redazione
Una folla di amici e cittadini ha accolto questo pomeriggio l'arrivo del feretro di Giuseppe Tusa. La camera ardente allestita nella Sala Rotonda del PalaDiana sarà aperta fino alle ore 9 di domani. La salma sarà poi prelevata per i funerali che saranno celebrati nel Duomo della cittadina mamertina, a partire dalle ore 10.30.

giovedì 16 maggio 2013

milazzoggi: Milazzo- Sabato 18 maggio 2013 Notte dei Musei

milazzoggi: Milazzo- Sabato 18 maggio 2013 Notte dei Musei: Milazzo - Sabato 18 maggio 2013,  in occasione della Notte dei Musei, il Castello, l'Antiquarium ed il Museo della Tonnara e del Ma...

Rassegna stampa


Giovedì 16 Maggio

IL PROSSIMO 25 MAGGIO ALLE ORE 17 NELLA PARROCCHIA DEL SACRO CUORE DI MILAZZO SARA' PRESENTATO IL NUOVO SAGGIO DI TEOLOGIA DELLO SCRITTORE ROCCO RANDO

Giovedì 16 Maggio 2013
Il 25 maggio 2013, alle ore 17,00, presso la Chiesa Sacro Cuore di Milazzo, sarà presentato il saggio "Preghiera silenziosa - linguaggio sovrumano" ( Appendice alla 'Teandrousia- Spirito di Dio' ) dello scrittore Rocco Rando, a cura dell'Editrice Agim di Milazzo e dell'Associazione 'Filicus Arte'. Interverranno: il Presidente dell'Agim, Giuseppe Stella , che introdurrà i lavori; Padre Marco D'Arrigo e Filippo Russo ( relatori ). L'autore, a completamento del suo precedente saggio nel quale ha contestato l'asserzione dei due eminenti studiosi messinesi Pennisi - Falzone ( per i quali, nel libro ' Il prezzo del linguaggio ' il linguaggio dell'uomo, che lo pone alla vetta evolutiva solitaria, sottraendolo alla possibile competizione con altri esseri viventi paralleli, lo condannerebbe all'estinzione ), sostenendo che l'uomo non abbisogna per la sua successiva evoluzione di una maggiore complessificazione bensì del ripiegarsi di tale complessità verso una " semplicità unificante e più funzionale ", arricchita da un progressivo apporto psico-spirituale: tale semplicità evolutiva dall'autore è stata definita " regressione evolutiva ".
Percorrendo tale linea evolutiva l'autore, col presente saggio, arriva al capolinea del " linguaggio silenzioso" o " silenzio eloquente", che è il linguaggio sovrumano e trascendente, il cui atto finale è la " preghiera silenziosa " del mistico, cui si accede con percorso accidentato prettamente spirituale e in perenne ascesa verso Dio attraverso il superamento di 19 gradini di purificazione. Tali gradini sono, per l'autore, indicatori delle virtù e dei difetti da acquisire e/o da abbandonare in quella marcia ascensionale. L'ultimo gradino è il silenzio, che è quel nulla - mistico nel quale naufraga il nostro ' io': quel nulla che si ricollega all'essenziale, l'Amore di Dio nella sua pura essenza. Il linguaggio sovrumano della preghiera silenziosa ci fa scendere nel fondo dell'anima al cospetto della Trinità Divina, facendoci immergere in una realtà spirituale che ci fa cogliere l'insieme delle cose e ci fa diventare autentici uomini e figli di Dio. E' quanto si auspica l'autore, sperando, nella sua nota introduttiva, che l'anno della pubblicazione del saggio rappresenti l'avvento dell'era della sobrietà, della fede e di una rinnovata Umanità.

il libro “101 e più cose da… fare, vedere, scoprire a Milazzo” verrà presentato nella Capitale

Milazzo 16.05.2013

Apprendiamo da fb che il libro  “101 e più cose da… fare, vedere, scoprire a Milazzo” verrà presentato nella Capitale
L'annucio è stato dato dagli autori
, i professori   Lara Gitto  e Alessandro Di Bella
L’originale guida turistica (Lombardo edizioni già presentata  presso la Sala Conferenze dell’Oasi di Barcellona Pozzo di Gotto. , organizzata dal Comune in collaborazione con l’Università della Terza Età
e la Società “Dante Alighieri”, ha visto l’intervento di due dei curatori, i professori Lara Gitto e Alessandro Di Bella, dei rappresentanti dell’Università della Terza Età, il rettore avv. Ciano Santanocita, e della Società “Dante Alighieri”, prof. Franco Speciale, nonché la partecipazione della prof.ssa Zina D’Amico, che ha letto alcuni brani dell’opera, e dell’Assessore alle Politiche Culturali prof.ssa Raffaella Campo.
In una sala gremita di gente, è stata messa da parte la tradizionale rivalità tra le vicine città di Barcellona Pozzo di Gotto e Milazzo, per dare spazio a un’opera che ha deciso di rompere con i consueti canoni della letteratura di viaggio, per descrivere in maniera non convenzionale il territorio mamertino e l’hinterland. Il testo nasce infatti da un’idea sorta durante i laboratori di scrittura creativa organizzati da Castello di Carta, un’associazione milazzese che raduna amanti dei libri e della scrittura, professionisti dediti a tutt’altro nella loro quotidianità. I tre curatori, Loredana Celebre, Alessandro Di Bella e Lara Gitto, hanno deciso di raccogliere i contributi di oltre cinquanta amici e conoscenti che, per vari motivi, risiedono, vivono, anche saltuariamente, o semplicemente amano la città di Milazzo. È per questo che il prof. Fontanelli, durante la sua descrizione dell’opera, ha tenuto a sottolineare la soggettività e l’autobiografismo che caratterizzano le righe del testo, e che hanno depurato di qualsiasi patina di nozionismo le numerose informazioni fornite. “La città è raccontata come suggerito dalla memoria e dal cuore, una descrizione densa di poesia e suggestioni fortemente intrise di nostalgia”, afferma il docente.
Nonostante l’originalità dell’opera, va detto che nulla essa ha da invidiare alle tradizionali guide turistiche, per quanto riguarda le inquadrature storiche e naturalistiche. Milazzo viene narrata attraverso il porto, le ville del Capo, le masserie della piana, le lampare dei pescatori del caratteristico rione Vaccarella. Da menzionare anche i contributi sul Castello e le sue leggende, sul Santuario di San Francesco, sulle tradizioni che puntellano la quotidianità dei milazzesi, soprattutto dei più anziani. La città viene descritta come uno scrigno ricco di segreti da scoprire ed apprezzare.
Durante la serata è stato più volte sottolineato come spesso la superficialità domini il modo di vivere il territorio. “101 e più cose da… fare, vedere e scoprire a Milazzo” rappresenta “un’attività di scavo per dare alla luce il tesoro custodito dentro lo scrigno mamertino”. Degne di nota anche le informazioni relative al patrimonio giuridico, folkloristico, musicale, marinaro della città. Una narrazione che riesce a coniugare la completezza delle informazioni a un alito di irrealtà e vitalità che permea tutti i contributi, dettati, spesso anche inconsapevolmente, da un profondo amore per la terra milazzese.

Concerto Amici della Musica - domenica 19 maggio 2013


Sciopero generale dei lavoratori della formazione professionale


Palermo 16.05.2013
I lavoratori della formazione professionale, a partire dall'8 giugno, resteranno senza lavoro per la scadenza della prima nnualità dell'avviso
Sono circa 8 mila in tutta la Sicilia che sono senza stipendio da mesi e non possono certamente restare con le mani in mano in attesa di una svolta che ancora appare lontana.
Per questo, 16 maggio 2013 , si troveranno a Palermo per una manifestazione che ha lo scopo di chiedere alla Regione il pagamento delle retribuzioni arretrate giunte ormai alla media di un anno e soprattutto perchè si proceda alla stipula di un accordo dettagliato sulle prospettive future che consentano alla Sicilia di disporre di servizi idonei alle esigenze del mercato del lavoro e delle imprese.
La giornata di mobilitazione generale, indetta dalla Cgil, Cisl ed Uil, avrà inizio con il raduno in Piazza Marina ed il corteo sfilerà per le vie del centro fino a Palazzo D'Orleans sede della Presidenza della Regione.lavoratori chiedono risposte su retribuzioni e riforma

mercoledì 15 maggio 2013

Il Dr. Rocco Rando presenta un saggio teologico

Rocco Rando
Milazzo 15.05.2013
A cura dell'Associazione Filcus Arte e delle edizioni Agim, giorno 25 maggio 2013, alle ore 17.00, .in una sala della Chiesa del Sacro Cuore di Milazzo, il Dr. Rocco Rando presenta il saggio teologico
"PREGHIERA SILENZIOSA - LINGUAGGIO SOVRUMANO"
. Introduce i lavori: Prof. Giuseppe Stella - Editore

- Relazionano: Padre Marco D'Arrigo - Parroco del Sacro Cuore

Prof. Filippo Russo - Insegnante di materie letterarie presso l'I.T.I.S. di Milazzo. :

lunedì 13 maggio 2013

Situazione dei precari presso gli Uffici Pubblici della Regione Siciliana


In servizio ininterrotto dal 1989 i precari storici impiegati presso gli Enti Locali della Regione Siciliana a tutt'oggi non vedono una soluzione per un lavoro stabile e duraturo. Sono 18.500 e nel tempo hanno acquisito capacità e competenze tali da svolgere tutti i servizi degli Enti. Sono occupati, spesso anche con mansioni di responsabilità, negli uffici di ragioneria, di segreteria, presso l'ufficio tecnico, nei settori dell'urbanistica, dei servizi demografici, dei vigili urbani ecc. Fino all'anno scorso il loro contratto di lavoro veniva prorogato annualmente mentre quest'anno la Regione Siciliana, inspiegabilmente, pone termine alla loro prestazione il 31/07/2013 e consegna le loro sorti nelle mani del Governo Nazionale all'interno del bacino del precariato nazionale. Qual'è la loro colpa, ci si domanda. Molto probabilmentela loro sfortuna dipende dal fatto di non lavorare prsso gli Uffici Regionali.
Pur facendo parte della stessa legge gli ex colleghi articolisti regionali sono stati immessi nei ruoli della Regione.
Il Governatore Crocetta ha sempre dichiarato che non vuole fare macelleria sociale nei confronti dei 18.500 padri e madri di famiglia che che hanno avuto la disgrazia di non lavorare presso gli Uffici Regionali.
Pertanto è necessario ed urgente che la Regione ponga in essere gli atti propedeutici per procedere alla conversione dei rapporti di lavoro, alle medesime condizioni economiche, da tempo determinato a tempo indeterminato di tutto il personale contrattista che presta servizio presso gli Enti locali della Pubblica Amministrazione.

giovedì 9 maggio 2013

Calcio -Finali Regionali Sicilia 9 le squadre finaliste

Finali Regionali 2013 Sicilia "Antipasto" Regionale

Valutazione attuale:  / 3
ScarsoOttimo 

Finali Regionali 2013 Sicilia Open 11


Tutto in due partite. Se la giocheranno con questa formula le squadre di Torregrotta che quest'anno rappresenteranno il comitato Milazzo - Patti ai Campionati Regionali Calcio a 11 Open Maschile. Scelta infatti la formula per la fase finale: 3 gironi con 3 squadre, successive semifinali (25/26 Maggio) e finale (2 Giugno). 
Nove le società ai nastri di partenza. Esclusa Palermo, restano in lizza: Milazzo - Patti, le cui rappresentati sono già note (UCSR San Paolino e Real Crocieri), Acireale dove per entrambi i posti e lotta tra ASD Stucchificio SDM e Pol. Tre Stelle Lavinaio, mentre il terzo posto è riservato alla migliore del comitato di Catania che si aggrega ad Acireale, Siracusa le cui rappresentati sono l'ASD Pecorelle Smarrite, vincitrice del campionato, mentre per la fair-play non è ancora nota la situazione (pare ASD Team Europtik la favorita), ed infine Enna dove la lotta per il titolo è tra l'ASD Chysas di Valguarnera e l'ASD Atena di Enna mentre è sconosciuta la sitazione fair-play.
- La composizione -

ASD Real Crocieri, matricola della competizione, inserita nel gruppo A. Per Tita ed i suoi, esordio probante in trasferta in quel di Acireale, riposo alla seconda giornata ("Comunale" impegnato e quindi non disponibile), ed infine ultima in casa contro la vincente fair-play di Enna il 18/19 Maggio. Cugini invece nel gruppo B: Maio ed i suoi affronteranno sul sintetico amico Siracusa 2 (Fair - Play), riposo alla seconda e chiusura ad Acireale, contro la vincente Fair-Play dello stesso comitato. Gruppo C con Siracusa 1 - Acireale 3 all prima, Acireale 3 - Enna 1 alla seconda, Enna 1 - Siracusa 1 nell'ultimo turno.
Decisi anche gli accoppiamenti per le Semifinali: la migliore prima giocherà contro la migliore seconda; seconda prima contro terza prima. Finale che ovviamente uscirà dall'incrocio, mentre le perdenti saranno classificate terze a pari merito.

- Sorpresa 2013 -
I campioni Regionali Siciliani dovranno poi prendere parte alla fase interregionale che, come da comunicato, consisterà nella trasferta in Sardegna dove in palio ci sarà il posto Nazionale. Questo il quadro riassuntivo:

lunedì 6 maggio 2013

UnodiNoi Cresce la mobilitazione del mondo cattolico per l'iniziativa dei cittadini europei


Roma, 03 Maggio 2013 (Zenit.org) | 197 hits

«La difesa della vita non è un “affare” cattolico» ha spiegato, questa mattina in conferenza stampa, la portavoce di UnoDiNoi, Maria Grazia Colombo. «E’ un messaggio grandissimo di speranza e non di ‘rottura’ perché tutti convengono sul fatto che l’embrione è ‘uno di noi’ e che ci chiede solo di poter continuare il suo percorso di vita che lo condurrà a diventare uomo”. In questo senso sono importanti, per il presidente del Comitato, Carlo Casini, le parole del primo ministro Enrico Letta che presentando alla Camera il suo governo «ha fatto riferimento al crollo demografico come una ferita morale al cuore della nostra Nazione. Mi auguro che non solo quelli cattolici, ma tutti i politici di ogni schieramento firmino per UnoDiNoi, per quel grande valore che è la vita umana oltre ogni differenza».

domenica 5 maggio 2013

venerdì 3 maggio 2013

Pallavolo Under 14 femminile: Mercoledì 8, gli appuntamenti regionali di Misterbianco, Milazzo e Palermo

Milazzo - venerdì 3 maggio 2013

Pallavolo giovanile in Sicilia, mercoledì 08/05/13 i tre concentramenti per le finali interprovinciali under 14 femminile, in vista delle qualificazioni per la finale regionale di Modica del 14 e 15 maggio 2013.
Un raduno anche a Milazzo, alla palestra comunale del “Ciantro”, presente la squadra locale della Nino Romano, Volley Agira e la seconda classificata nel campionato under 14 della Fipav Palermo. 

Milazzo: La Compagnia del Castello aderisce al “Maggio dei libri”


giovedì 2 maggio 2013

Milazzo: La Compagnia del Castello aderisce al “Maggio dei libri”


“Vera la mongolfiera” atterra a Palazzo D’Amico.
Milazzo, 2 maggio 2013- Comunicato dell’Associazione Culturale “La Compagnia del Castello”
La Compagnia del Castello aderisce al “Maggio dei libri”, iniziativa promossa dal Comune di Milazzo e dall’Assessorato alle Politiche educative, che si terrà nella biblioteca comunale dal 2 al 31 maggio. http://www.auroramilazzo.it/milazzo-la-compagnia-del-castello-aderisce-al-maggio-dei-libri/#more-2258

Pubblicato da Vincenzo Lo Presti 

Milazzo: Parcheggi a pagamento, bandita la nuova gara

venerdì 3 maggio 2013

Milazzo: Parcheggi a pagamento, bandita la nuova gara

Comune di Milazzo – Ufficio Stampa – Comunicato nr. 132 del 3/5/2013.
http://www.auroramilazzo.it/milazzo-parcheggi-a-pagamento-bandita-la-nuova-gara/#more-2279

Pubblicato da Vincenzo Lo Presti a

giovedì 2 maggio 2013

PRIMO MAGGIO CON I DIRIGENTI E SOCI MCL DELLA PROVINCIA


Rallegrati da una giornata piena di sole, i dirigenti ed i soci M.C.L. provenienti dai Comuni dela Provincia si sono radunati a Messina per trascorrere il 1° maggio insieme.
Dopo una partita di calcetto disputata nel campo di Cristo Re, i convenuti si sono recati al Santuario di Montalto ove hanno partecipato alla Santa Messa concelebrata dai Rev.mi Padri Sergio Siracusano e Giorgio Catania. Al termine sono intervenuti l'On.le Fortunato Romano, il Dr: Gaetano Giunta, l'imprenditore Alessandro Rizzo, l'Amministratore Nazionale M.C.L. Nicola Papa ed il Presidente Provinciale Pippo Bottaro sul tema: "Guardiamo alla Città". Si è trattato di un richiamo alla responsabilità di tutti per vincere la sfiducia ed il torpore che impediscono il risveglio della città e la richiesta alle forze politiche e sociali di vincere la rassegnazione e di affrontàre con forza i gravisimi problemi della città.
Negli ampi giardini attigui al Santuario, poi, è stato approntato un ottimo pranzo.
La giornata si è conclusa con la visita delle opere d'arte esistenti nel Santuario e di alcuni siti importanti, quali l'antico carcere e la torre di Cristo Re.

CHIAROSCURO - UN LIBRO DI ANNA LA ROSA





CHIAROSCURO - UN LIBRO DI ANNA LA ROSA -
In una sala piena in ordine di posti,domenica scorsa,nei locali del Paladiana di Milazzo a cura delle Edizioni Smasher e della FilicusArte, si è svolto un incontro culturale di rilievo. E' stato presentato il libro dal titolo: CHIAROSCURO.Trattasi di un triller ad otto episodi illustrato e commentato magistralmentedai relatori e dall'editore. Ha introdotto i lavori il Prof. Giuseppe Anania, hanno relazionato il Prof. Filippo Russo e Giuseppe Giunta, mentre l'editore Giulia Carmen Fasolo si è soffermata sulle produzioni artistiche dell'autrice Anna La Rosa.

mercoledì 1 maggio 2013

Guardiamo alla città”: il 1˚ Maggio con Mcl


mcl “Guardiamo alla città”: il 1˚ Maggio con Mcl


Oggi Primo Maggio 2013 presso il   Santuario della Madonna di Montalto raduno per il   primo maggio organizzato dal Movimento Cristiano Lavoratori sul tema “Guardiamo alla città”, come imperativo categorico di tutta la cittadinanza che vuole vincere la “sfiducia e il disimpegno” che assediano la speranza di futuro della Città. Il Mcl richiama tutti alla “responsabilità e alla partecipazione” e chiede, sia alle forze politiche e sociali di vincere la rassegnazione e di affrontare con “senso dello Stato” i gravissimi problemi della città, sia ai cittadini messinesi di combattere le sirene del populismo e di assicurare “senso civico” per il risveglio della città. «L’impegno prioritario è costituire una nuova dimensione di lavoro — ha dichiarato Giuseppe Bottaro, presidente del Mcl, durante la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa —, come elemento che aggrega e rigenera la comunità e come valore fondante dello stare assieme nella società. La città di Messina necessita di una nuova visione dello sviluppo». La manifestazione prevede: un incontro di calcetto «Over  35 Under 35 » nel campo dell’Istituto Cristo Re alle 10.00, la S. Messa celebrata nel Santuario di Montalto dal Direttore dell’ufficio diocesano della Pastorale sociale e del lavoro  Don Sergio Siracusano e da Padre Giorgio Catania della Comunità dei Frati Francescani di Messina, alle 11.30.L’assemblea sociale con le testimonianze di: Gaetano Giunta per la ‘Fondazione di Comunità di Messina’, di Alessandro Rizzo della Confapi Messina. Modera gli interventi Elisa Furnari, coordinatore della ‘Rete per lo Sviluppo e la Legalità’. Le conclusioni sono affidate al Presidente Giuseppe Bottaro. Il pomeriggio sarà caratterizzato dallo spettacolo dell’artista Fabio La Rosa e da una visita al Sacrario di Cristo Re, alla Torre di Matagrifone, al Carcere Ottocentesco e  alle mura cinquecentesche in compagnia dell’arch. Nino Principato. Durante la manifestazione sarà allestita una postazione per la raccolta di firme a sostegno della campagna “Uno di Noi” per la “Protezione giuridica della dignità, del diritto alla vita e dell'integrità di ogni essere umano fin dal concepimento”, promossa dal “Movimento per la Vita”.

Milazzo Convegno Lions Clubs Int. dal tema "Lavoro quale futuro?


Milazzo: Convegno sul lavoro sabato al Duomo antico
Comune di Milazzo – Ufficio Stampa – del 29/4/2013.
Sabato 4 maggio si terrà presso il Duomo Antico di Milazzo il convegno dal titolo “ LAVORO : quale futuro ? Riflessioni e prospettive tra profili costituzionali e realtà economiche nel messinese“. L’incontro è organizzato dai Lions e Leo Club di Milazzo, Barcellona P.G. e Patti col patrocinio del Comune. Sarà un’ occasione importante di riflessione e approfondimento di aspetti costituzionali, di analisi della realtà lavorativa nella nostra provincia e di collegamento con le varie istituzioni interessate al problema lavoro.
http://www.auroramilazzo.it/milazzo-convegno-sul-lavoro-sabato-al-duomo-antico/#more-2133

Pubblicato da Vincenzo Lo Presti