martedì 27 ottobre 2015

Attività del CIF a Messina


















http://www.cifmessina.it/chisiamo.html


Al via il corso per la prevenzione e la gestione della violenza di genere



Messina giorno 27 Ottobre 2015 
Percorso di Formazione intitolato ”Violenza di genere: gestione di una rete di intervento integrata” preso il Salone della Prefettura di Messina, e sarà inaugurato dal prefetto di Messina, Stefano Trotta, con il saluto di tutte le Istituzioni coinvolte.
Il Cedav onlus, in collaborazione con la Prefettura di Messina, dando seguito agli impegni sottoscritti il 26 luglio 2015 nella Prefettura di Messina, con il “Protocollo d’intesa interistituzionale per la prevenzione e il contrasto della violenza di genere”, con l’obbiettivo di condividere le possibili strategie d’intervento tra i vari Enti istituzionali e non del territorio messinese, ha predisposto le basi per una lavoro sinergico ed integrato per la prevenzione e il contrasto della violenza di genere, dando inizio il giorno 27 Ottobre 2015, ad un percorso di Formazione intitolato ”Violenza di genere: gestione di una rete di intervento integrata”. 

Il corso si terrà nel Salone della Prefettura di Messina, e sarà inaugurato dal prefetto di Messina, Stefano Trotta, con il saluto di tutte le Istituzioni coinvolte. 

Il corso è suddiviso in due sessioni, vedrà la partecipazione di relatrici e relatori noti a livello nazionale, quali, tra gli altri, Maria Grazia Giammarinaro, rappoter mondiale dell’ONU sulla tratta degli esseri umani, Giusi Muratore, responsabile dell’ultima indagine Istat sulla violenza contro le donne, Anna Costanza Baldry, insignita dal Presidente della Repubblica con la onorificenza di “Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana”: “Per la professionalità e costanza con cui dedica le sue ricerche e la sua attività al contrasto alla violenza sulle donne”. Psicologa ed esperta in criminologia. 
Alla fine del percorso formativo verrà steso un protocollo operativo che raccoglierà tutte le buone prassi rilevate e condivise dai vari attori durante il percorso. 
Entro la fine della prima sessione, che si concluderà il prossimo 11 dicembre, saranno comunicate le date, gli orari e i relatori e le relatrici che riguarderanno la seconda sessione dei lavori formativi. Il corso di formazione è rivolto solo ai partners del Protocollo. 
L’attività formativa rientra nei progetti finanziati al Cedav onlus dalle legge della Regione Sicilia n.3/2012, sul contrasto alla violenza di genere. 



lunedì 19 ottobre 2015

"Città di Spadafora" Premio Castello Scritto da Segreteria Mart



"Città di Spadafora" Premio Castello

Scritto da Segreteria 
Martedì 06 Ottobre 2015 

Si è tenuta la serata finale della Prima Rassegna teatrale "Città di Spadafora" Premio Castello, a cura del Comune di Spadafora e del Movimento Cristiano Lavoratori.
Una manifestazione a conclusione di un ciclo di spettacoli, tenutisi in piazza Vittorio Emanuele. A ricevere il "Premio Castello" è stata la compagnia teatrale "Ettore Petrolini" di Barcellona; a Peppe Toscano de "Il Padrino" di Venefico Superiore è andata la migliore regia mentre, la migliore scenografia, a "Le Nuove Immagini" di San Filippo del Mela.
Migliore attore giovane ad Aurora Macrì che ha impersonificato "Ginevra" della compagnia teatrale "Ledimigi" di Messina; migliore attore Libero Rappazzo del "Piccolo Teatro" di Santa Luccia del Mela.
La giuria composta dal poeta e scrittore Filippo Scolareci, il vicesindaco Tania Venuto, il consigliere comunale Tania Guido, il ceramista e regista teatrale Gennaro Gerbino, l'attore Giovanni Boncoddo e Antonio Scibilia presidente MCL.
Ha partecipato alla serata finale, presentata dal prof. Franco Alacqua, anche il presidente regionale MCL Fortunato Romano. In fine è stato premiato Dario Venuto della classe VA della primaria che si è aggiudicato il primo posto alla finale regionale dei Giochi Matematici di Sicilia 2015.


SI PREPARANO I LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DELLA XV EDIZIONE DEI PREMI NAZIONALI "GIORGIO LA PIRA" CHE AVRANNO LUOGO NELLA PRIMA QUINDICINA DI DICEMBRE.


Fervono i lavori per la realizzazione della xv edizione dei Premi Nazionali:  “Giorgio La Pira – Citta’ di Milazzo” organizzati dalla Sede Provinciale del Movimento Cristiano Lavoratori di Messina e dal Circolo “G. La Pira” di Milazzo e con la compartecipazione del Comune di Milazzo – Assessorato Beni Culturali e Pubblica Istruzione – e dell’Istituto Tecnico Tecnologico Statale “E. Majorana” di Milazzo.

La manifestazione che si terrà nella prima quindicina di dicembre, nell’intenzione degli organizzatori, ha lo scopo di premiare una personalità del mondo letterario che, avendo illustrato in maniera eccellente la vita, le opere ed i pensieri di Giorgio La Pira, ci porti oggi ad un recupero dei valori del passato, quelli del cattolicesimo sociale, intorno al quale ritrovare unità e creare basi per la rinascita del Paese.

Nell’occasione saranno consegnati i Premi al Lavoro a quanti hanno contribuito a portare alto il nome di Milazzo e della Provincia di Messina in Italia e nel mondo.

 

domenica 18 ottobre 2015

Concorso "Fotografando...pensieri e sussurri dell'Anima





Concorso "Fotografando...pensieri e sussurri dell'Anima"

Scritto da Salvatore Forestieri Venerdì 09 Ottobre 2015

Il Direttivo del Movimento Cristiano Lavoratori (MCL) sezione di Spadafora, è ben lieto di indire il 2° Concorso Nazionale Fotografico e Poetico "Fotografando... Pensieri e sussurri dell'Anima"

II Concorso è aperto a tutti, purchè abbiano raggiunto la maggiore età. Per l'eventuale partecipazione di concorrenti minorenni è necessaria la firma di uno dei genitori.

giovedì 15 ottobre 2015

“Incontrare l’inatteso“ di Giuseppe Forlai edita dalle Paoline



NEWS FROM ROME

“Incontrare l’inatteso“ di Giuseppe Forlai edita dalle Paoline

Un libro che richiama il pensiero di Jung e del teologo-psicologo Anselm Grun e che ci invita a riscoprire un cristianesimo dal basso e cioè partendo in profondità dalle nostre ferite da portare all’azione guaritrice del Cristo per incontrare anche quelle degli altri senza scappare. Solo questo percorso ci fa fare un’autentica esperienza di fede che altrimenti rimane in superficie, ci lascia insoddisfatti e sterili, capaci di belle dichiarazioni senza far seguire l’autentica condivisione del dolore e della gioia con Dio e con gli altri