venerdì 17 aprile 2015

GIORNATA INFORMATICA SUL FUTURO DEL FLOROVIVAISMO VERSO IL 2020




SABATO 18 APRILE 2015

ORE 9.30

DUOMO ANTICO – CASTELLO DI MILAZZO –

 “COLTIVIAMO SVILUPPO IN SICILIA, LA TERRA  DEL TUO FUTURO”

 GIORNATA INFORMATICA SUL FUTURO DEL FLOROVIVAISMO VERSO IL 2020

 -  Ore 9.00
 Registrazione partecipanti
Ore 9.30
Saluti:
Carmelo Pino - Sindaco di Milazzo
Vincenzo Donadono -Dirigente Responsabile della SOAT di Spadafora
Ore 10.00 – 12.00
Interventi:
Salvatore Bottari Capo Ispettorato Agrario di Messina
Bursi Giuseppe - Dirigente Responsabile – Servizio 2° per lo sviluppo e la
diversificazione delle attività aziendali
Domenico Carta Cerrella – Dirigente Responsabile Unità Operativa 39 –
Coordinamento Attività Fitosanitaria
Felice Genovese – Presidente Ordine Provinciale dei dottori Agronomi e Forestale di Messina
Ore 12.00
Discussione
Ore 12.30
Conclusioni:
Antonino Caleca – Assessore Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea
Rosaria Barresi - Dirigente Generale Assessorato Regionale dell’Agricoltura, delloSviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea - Dipartimento Agricoltura
Calogero Ferrantello - Dirigente Servizio VI - Assessorato Regionale Agricoltura,  Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea - Dipartimento Agricoltura

martedì 14 aprile 2015

LA CIVILTA' CONTADINA NELLA VALLE DEL MELA SALVIAMO IL DIALETTO

L'ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE "LEONARDO DA VINCI" DI MILAZZO SI FA ONORE VINCENDO LA FINALE A MILANO DEL VIRTUAL BUSINESS GAME



Milazzo (Me): l’istituto Da Vinci vince la finale di Young 
business talents 

Gli studenti dell’istituto tecnico commerciale Leonardo Da Vinci di Milazzo (Messina) sono saliti sul gradino più alto del podio del virtual business game organizzato da Nivea, sbaragliando le 75 squadre finaliste giunte da tutta Italia.


Venerdì scorso a Milano nella cornice del palazzo Mezzanotte, si è svolta la finale nazionale della seconda edizione italiana di Young business talents. Dopo sette mesi di gara il team GEnesis Four dell’Itc d Milazzo ha sbaragliato 643 squadre per un totale di 2.321 studenti.
Scopo del virtual game era gestire un’azienda occupandosi di tutte le funzioni: dagli acquisti alle vendite, dal controllo di gestione alle risorse umane e renderla il più profittevole possibile nell’arco di tre anni. Alla finale hanno avuto accesso 75 squadre provenienti da tutta Italia che si sono sfidate in tre distinte manche utilizzando dal vivo il simulatore d’impresa.
Tanta l’emozione e l’orgoglio di studenti e professori milazzesi per aver raggiunto questo traguardo. “è stata un’esperienza unica” affermano i membri del team: Angela Scalzo, Johnny Saporita, Mauro Bruno, Andrea Bontempo, supportati in questa avventura dal professore Diego Achille Greco. “Abbiamo avuto l’opportunità di mettere in pratica quanto appreso sui banchi di scuola e di confrontarci con la realtà, seppure in modo virtuale. Un’occasione utile anche per chiarirci le idee riguardo le nostre attitudini e che ci permetterà di fare una scelta consapevole al termine della scuola superiore”.

Maria Chiara Ferraù


I TERRORISTI ISLAMICI DEL CALIFFATO PERSEGUITANO E STUPRANO LE DONNE E LE BAMBINE DI CONFESSIONE DIVERSA DALLA LORO.


Una bimba di appena 9 anni è stata presa prigioniera come trofeo di guerra e violentata per festeggiare la vittoria militare da dieci terroristi islamici dell'Isis.

È successo in Iraq, dove una bimba yazida, la minoranza confessionale perseguitata, è stata stuprata da dieci terroristi islamici del Califfato, rimanendo incinta. La bimba è riuscita a lasciare l'Iraq grazie all'intervento di un'associazione caritativa curda e si trova ora ricoverata in un ospedale tedesco.
Secon...do Yousif Daoud, cooperante appena rientrato in Canada dall'Iraq, la bimba è in uno stato di "profondo choc fisico e mentale" e si trova attualmente in pericolo di vita. La piccola infatti è molto giovane per affrontare e portare a termine una gravidanza con successo, e anche un parto cesareo potrebbe esserle fatale.
Mercoledì scorso l'Isis ha rilasciato 216 ragazze yazide che teneva prigioniere da mesi. Le donne e le bambine sono state rilasciate solo perché hanno già subìto violenza e quindi non più vergini. Rimandarle indietro alla comunità di appartenenza è un modo di "svergognare" l'intera società yazida, che su questi temi è assai conservatrice.
Cari amici, la verità è che i terroristi islamici si comportano rispettando le prescrizioni coraniche che legittimano la schiavitù delle donne prigioniere di guerra e emulando Maometto che sposò la sua moglie prediletta, Aisha, quando aveva appena 6 anni e consumò il matrimonio quando aveva 9 anni. Non ci troviamo con degli esagitati che commettono follie violando l’islam. All’opposto sono dei fedelissimi di Allah e di Maometto che applicano alla lettera il “vero islam” nella sua integralità. Basta islam! Salviamo le bambine yazide!



sabato 11 aprile 2015

FAI UN'OFFERTA PER COSTRUIRE IL PRIMO OSPEDALE A MEDJUGORJE












COME AIUTARE LE OLIMPIADI DEL CUORE
Cari pellegrini delle Olimpiadi del Cuore, lettori appassionati dei miei libri, telespettatori dei programmi TV e amici fedeli che ci seguite ogni giorno su 
www-paolobrosio.it,
www.olimpiadidelcuore.it, Facebook e Twitter, finalmente ci siamo!
Dopo il vostro grandissimo aiuto per l’operazione “Progetto Orfani ed Anziani – Nonni e Nipoti” a Vionica di Suor Kornelia, che stiamo ancora portando avanti con la costruzione della terza casa per anziani (le prime due, orfani ed anziani, sono già finite grazie a voi), ora SIAMO PRONTI PER IL NUOVO AVVINCENTE E MERAVIGLIOSO PROGETTO:

“MATTONE DEL CUORE – PRIMO OSPEDALE DI MEDJUGORJE”
Ecco come potete aiutarci indicando questa causale: “OSPEDALE MEDJUGORJE” 
CON UNA DONAZIONE AL CONTO CORRENTE DELLE OLIMPIADI DEL CUORE
IBAN: IT 19 I 01030 01656 000002272778
Nota bene: inserire oltre alla causale anche i vostri dati per ricevere la RICEVUTA FISCALE “donazione, nome, cognome, via, c.a.p., comune, provincia” 
PER EFFETTUARE LA DONAZIONE 5 x 1000:
CODICE FISCALE DELL’ASS. ONLUS OLIMPIADI DEL CUORE: 96046960066 
PER DONAZIONI SUL CONTO CORRENTE POSTALE:
C/C POST. 1199820
: inserire oltre alla causale anche i vostri dati per ricevere la RICEVUTA FISCALE “donazione, nome, cognome, via, c.a.p., comune, provincia”.

IL PRESTITO DELLA SPERANZA IN FAVORE DELLE FAMIGLIE IN DIFFICOLTA', DEI GIOVANI E DELLE COPPIE CHE VOGLIONO AVVIARE UNA PICCOLA IMPRESA.


 Il progetto di microcredito voluto dalla CEI che garantisce con 25 milioni di euro i prestiti erogati dalla Banca Intesa San Paolo.

Le forme di credito sono due:  una  denominata “credito sociale” destinata alle famiglie disagiate, ed un’altra, “credito fare impresa”, destinata a quanti, under 40, vogliono intraprendere un’attività imprenditoriale.

I soldi prestati vanno restituiti in sei anni ad un tasso d’interesse del 2,50% per i prestiti alle famiglie  e del 4,60% per quelli destinati alle imprese.

MILAZZO IERI ED OGGI

https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=wOMR813kal4


ABBANDONO ALLA DIVINA PROVVIDENZA DEL GESUITA JEAN-PIERRE DE CAUSSADE

Jean-Pierre Caussade è stato un gesuita e maestro di spiritualità francese. Ha dedicato quasi tutta la sua vita alla direzione spirituale, predicando gli esercizi spirituali di sant'Ignazio di Loyola. Abbandono alla Divina Provvidenza è una sua raccolta di scritti elaborati nel 1730-1740, giunta sino a noi grazie alle suore Visitandine di Nancy. Il testo propone un cammino spirituale che porti alla dissoluzione della propria individualità e al raggiungimento di uno "stato di pura fede", un "abbandono" appunto, alla volontà di Dio istante per istante, uno dei più interessanti testi mistici di ogni tempo. Cornice musicale di Kevin Mac Leod. Legge Silvia Cecchini, durata 3 ore e 45 minuti
Gli Ascoltalibri


Tutte le creature che esistono sono nelle mani di Dio. L'azione della creatura può solo essere percepito dai sensi, ma la fede vede in tutte le cose, l'azione del creatore. Ritiene che in Gesù Cristo tutte le cose vivono, e che la sua operazione divina continua fino alla fine del tempo, abbracciando il momento di passaggio e il più piccolo atomo creato nella sua vita nascosta e misteriosa azione. L'azione della creatura è un velo che copre i profondi misteri dell'operazione divina.

giovedì 9 aprile 2015

la Sicilia chiede la santificazione del Beato Padre Pino Puglisi


Fonte Web
Carmelo Raffa
[31 Mar 2015 

|Il Beato Padre Pino Puglisi dovrebbe diventare il Santo protettore di Palermo e della Sicilia. Un messaggio importante per fare capire a tutti che l’antimafia, se fatta bene, è una cosa seria ed è ricca di vera spiritualità. La lettera ispirata da Paolo VI, nel 1963, al Cardinale Ruffini 
Palermo e la Sicilia hanno bisogno di un nuovo Santo Protettore e si rivolgono a gran voce a Papa Francesco. Nel capoluogo siciliano, ma anche in tanti altri grandi e piccoli centri dell’Isola non passa giorno senza che centinaia di persone clicchino sul sito del Beato Padre Pino Puglisi per sostenere la richiesta avanzata alle Autorità Ecclesiastiche dalla Comunità in merito alla Santificazione del già Beato Padre Pino Puglisi. I sottoscrittori dell’iniziativa, che già superano i ventimila, sostengono anche la necessità che il nuovo Santo Puglisi diventi Protettore anche di Palermo e della Sicilia.

martedì 7 aprile 2015

GESU' CRISTO, L'UNICO EROE CHE VIVE IN ETERNO.

C'è solo un vero Eroe. Il miglior uomo della storia, si chiama Gesù Cristo. Non aveva servi e lo chiamavano Signore.. Non aveva lauree e lo chiamavano Maestro.. Non aveva esercito ed i re lo temevano.. Non ha vinto battaglie militari e nonostante ció ha conquistato il mondo.. Non ha commesso delitto ed è stato crocifisso.. Mi ha amato per primo senza che io lo conoscessi.. É stato seppellito in una tomba ed il terzo giorno è risuscitato e ancora oggi vive e mi continua ad accompagnare. Questo si che vale la pena diffonderlo. Per questo io dico orgogliosamente Ti amo mio Dio e grazie per stare Sempre con me, con la mia famiglia e Benedici chi riceve questo messaggio e lo diffonde senza alcuna vergogna....

mercoledì 1 aprile 2015

San Pier Niceto: inaugurata la mostra paramenti sacri "D'oro e di seta"




San Pier Niceto

Prosegue l'attività intrapresa dall'Associazione culturale " Terre Forti" per la valorizzazione del patrimonio storico artistico di San Pier Niceto attraverso la cooperazione con Enti civili e religiosi, lottando contro l'oblio che rischia di sommergere le tradizioni e la consapevolezza della cittadinanza.
L'associazione culturale nasce nel luglio del 2013. si pone l'obiettivo di valorizzare il patrimonio artistico, naturalistico e culturale della
Sicilia Peloritana
Nella loro pagina fb è chiaro il messaggio "Ci rivolgiamo a tutti coloro, che amano andare alla scoperta di mete inconsuete, per conoscere la realtà intima del territorio che andranno a visitare, immergendosi in un passato ricco di testimonianze, assistendo a feste e riti le cui origini si perdono nella notte dei tempi, assaporando specialità tipiche della gastronomia locale e sorprendendosi dell’ospitalità della gente".
Ed è proprio in quest'ottica l'ultima iniziativa di , vernissage della mostra "D'oro e di seta". paramenti sacri delle chiese di San Pier Niceto", voluta dall' Arciprete della parrocchia di S. Pietro Apostolo e S. Maria del Rosario di San Pier Niceto, padre Gianfranco Centorrino, oltre, la collaborazione dell'Associazione Terre Forti e della Sezione beni storico artistici della Soprintendenza BB. CC.AA. di Messina. La mostra si avvale inoltre del sostegno dell'Ente Autonomo regionale Teatro di Messina Vittorio Emanuele, che ha fornito i supporti per l'esposizione.
La mostra è stata allestita nella ristrutturata Chiesa ( del 1634)di San Francesco di Paola fondata nel per volere di Flavia Moncada, moglie del principe Giuseppe Moncada.
L'evento nasce per promuovere la conoscenza della cultura sampietrese, espressa attraverso l'esposizione di trenta pianete e dalmatiche la cui realizzazione si fa risalire a un periodo compreso tra la fine del XVI e la seconda metà del XVIII secolo, selezionate dall'esperta nel settore tessile antico, Stefania Lanuzza, della Soprintendenza BB.CC. AA. di Messina.
Per una miglior comprensione delle opere la mostra sarà corredata da un apparato didattico esplicativo delle caratteristiche tecniche delle opere scelte, redatto dal personale dell'U.O. 9 della Soprintendenza di Messina.
Inaugurata la scorsa domenica visitabile dalle ore 19.00 alle 21.00 per tutta la Settimana Santa ed, eccezionalmente, nei giorni dell'11 e 12 aprile, sarà possibile ripercorrere un passato barocco testimoniato dall'uso di damaschi e broccati con i preziosi ricami barocchi in oro, argento e seta policroma, dalle ricche volute e dalle eccentriche fantasie floreali.
https://www.facebook.com/terreforti1?fref=photo