giovedì 26 maggio 2016

FONDI A FAVORE DEGLI ENTI LOCALI PER AIUTARE GLI IMMIGRATI


 
Gli enti locali, per l’emergenza migranti, possono presentare progetti per partecipare a due bandi per l’accoglienza dei minori non accompagnati provenienti da paesi terzi arrivati sia via mare che via terra.

Uno di questi bandi, dell’ammontare  di 51 milioni di euro, si avvale di un finanziamento comunitario del 50% del costo del progetto a cui va aggiunto un cofinanziamento nazionale del restante 50% ed intende qualificare il sistema di prima accoglienza mediante l’erogazione di servizi per l’accoglienza temporanea. Per questo primo bando le domande vanno presentate entro il 20 giugno.

Per potenziare il sistema nazionale di seconda accoglienza  dei minori stranieri non accompagnati è stato stanziato un ulteriore bando  dell’ammontare di 110 milioni di euro che prevede un cofinanziamento comunitario del 50% ed un contributo nazionale nella misura massima del 45%. L’ente locale dovrà presentare la domanda entro il 6 settembre e, con proprie risorse, sarà obbligato a concorrere con il restante 5% del costo del progetto.

venerdì 20 maggio 2016

UN IMPORTANTE DISEGNO DI LEGGE IN FAVORE DEI PICCOLI COMUNI CHE SI PREVEDE SARA' VOTATO ENTRO IL PERIODO ESTIVO.


UN PROGETTO DI LEGGE PER LO SVILUPPO DEI PICCOLI COMUNI

Allo scopo di creare risorse sufficienti in favore delle zone più svantaggiate del Paese (piccoli Comuni), è stato preparato un progetto di legge, con l’assenso del Governo, che prevede: uno stanziamento di 100 milioni di euro per il finanziamento di progetti per lo sviluppo delle aree degradate, vari interventi atti a semplificare le procedure amministrative, azioni per la salvaguardia dei servizi postali, delle attività scolastiche e provvedimenti per la riqualificazione dei centri storici e per contrastare l’abbandono di terreni e fabbricati.

Iniziative queste molto interessanti volte a favorire la sopravvivenza, dare prospettive di sviluppo ed assicurare gli indispensabili servizi di base ai territori ed alle collettività insediate.  

UNA CITTA' IMPEGNATA NEL SOCIALE CON UN'AMMINISTRAZIONE COMUNALE ATTENTA AI PROBLEMI DI OGGI

Santa Lucia del Mela. Musica, solidarietà e legalità: una settimana ricca di eventi per la comunità luciese

Tanti gli eventi in programma per la settimana della legalità, senza dimenticare l’appuntamento con la maratona di beneficenza
Giovedì, 19. Maggio 2016 - 14:11      
Si inizia Domenica 22 maggio, di fronte al Castello federiciano, con l’appuntamento “Musica & Vita”, una maratona di beneficienza finalizzata a sostenere la campagna internazionale “100 % - Vacciniamoli tutti”. Protagonisti dell’evento i musicisti della premiata Banda Musicale “Michele Randisi” di Santa Lucia del Mela, che accompagneranno con i loro strumenti la band etno-folk siciliana “Malanova”, il gruppo luciese “La Coppola nera”, il performer degli “Emmeless” Natale Baldo Balducci, il Coro vicariale “Beato Antonio Franco” e il Coro dei piccoli. La formula, ideata dall’associazione bandistica presieduta da Elisa Trifirò, si ispira a quella del “Pavarotti & Friends”: un omaggio alla musica impreziosito dall’impegno umanitario a favore dei bambini del Terzo Mondo. A sostenere l’evento è l’Associazione “Roberta Smedili”, che promuove ogni anno a Milazzo la campagna “Il sorriso di Roberta per l’Unicef”; al concerto “Musica & Vita” è abbinato infatti un sorteggio di solidarietà, il cui ricavato sarà interamente devoluto al progetto Unicef dedicato a raggiungere quel 20% della popolazione infantile mondiale ancora esclusa dai benefici delle vaccinazioni di base.
Partner del concerto, patrocinato dal Comune di Santa Lucia del Mela e dalla Regione Siciliana, sono l’Associazione turistico-culturale “Blog del Mela” e “Smile-X Project SISM Messina”, l’organizzazione no-profit sorta nell’ambito del Segretariato Italiano Studenti di Medicina che da anni investe con successo nella clown terapia.
Dal 21 al 27 maggio invece l’amministrazione comunale promuove “La Settimana della Legalità”, un calendario di appuntamenti sul tema della legalità e della lotta alla mafia.
Le iniziative in programma- ci spiega l'Assessore Elisabetta Lombardo- si rivolgono soprattutto ai bambini e ai ragazzi, perchè riteniamo fondamentale sensibilizzare soprattutto i giovani ai temi del rispetto delle regole e della conoscenza dei nomi e delle storie delle tante vittime, che hanno sacrificato la propria vita in nome della giustizia”.
Si inizierà sabato 21 maggio al Palazzetto dello Sport con il torneo “Bambini contro le mafie”, organizzato dall’Associazione “Blog del Mela”, in collaborazione con società sportive del territorio e non, che vedrà protagonisti i bambini. Si continua con “Legalità: un gioco da ragazzi?” in programma martedì 24 maggio presso l’Aula consiliare: si tratta di un laboratorio-gioco, curato dall’Associazione “Ossidi di Ferro”, in cui i bambini saranno impegnati in un divertente gioco dell’oca, con domande e letture sul tema della legalità. Mercoledì 25 maggio nell’Aula consiliare saranno i ragazzi delle classi seconde e terze della Scuola secondaria di primo grado di Santa Lucia del Mela a riflettere sul tema della lotta alla mafia attraverso la presentazione del libro del giornalista Luciano Mirone “Suicidio di mafia” : una storia intricata e incredibile, ma anche la storia di un dolore immenso: quello dei familiari di Attilio Manca che ancora oggi reclamano verità e giustizia.
Chiude la settimana della Legalità il convegno “La lotta alla mafia è cosa nostra”: venerdì 27 maggio, nell'Aula consiliare, oltre al Sindaco Antonino Campo e all'Assessore Elisabetta Lombardo interverranno il Capitano Fabio Valetta della Caserma dei Carabinieri di Barcellona P.G., Sofia Capizzi, presidente dell'Associazione Antiracket “Liberi Tutti” e il giornalista Carmelo Catania, segretario nazionale Associazione Antimafie Rita Atria.

L'STANZA DEL M.C.L. - CIRCOLO "G. LA PIRA" - PER IL RIPRISTINO DI 2 STRADE STORICHE DELLA CITTA'



Circolo “Giorgio La Pira” –  Milazzo

 

Via Madonna del Lume, 46

Prot. n. 24/016                                                                                                                                                                     Milazzo, 16 maggio 2016

                                                                                                                                                                                                                      Al Sig. Sindaco del Comune di

                                                                                                                                                                                                                                             98057      Milazzo   

 

Il Movimento Cristiano Lavoratori, Circolo “Giorgio La Pira” di Milazzo, Ente di solidarietà e promozione sociale che studia e persegue anche azioni di stimolo degli organi responsabili della comunità amministrata allo scopo di migliorare le condizioni ambientali del nostro territorio, sottopone all’attenzione dell’Amministrazione Comunale le precarie condizioni in cui si trovano le vie Salita S. Francesco e D’Amico Rodriquez.

Si tratta di due storiche ed importanti vie che si dipartono dal Convento Regina Margherita ed attraversano la parte terminale del Santuario di S. Francesco di Paola, il Palazzo del Vicerè e sboccano in Via Marina Garibaldi.

Il basolato stradale di dette arterie è, per tutto il tratto, completamente sconnesso ed, in parte, abbassato di livello o addirittura mancante. Di conseguenza si sono verificati diversi danni ai mezzi che percorrono detti luoghi.

Pertanto, nel segnalare la loro precarietà, come si nota dalle foto allegate, riteniamo sia necessario il loro ripristino mediante un intervento ad hoc anche con un cantiere di lavoro per disoccupati.

Cogliamo l’occasione per porgere distinti, cordiali saluti.

                                                                                                                                                                                                                 La  La Presidenza  del Circolo  

Firmato Carmelo Porcino – Stefano Merlino – Peppe Capone – Giuseppe Stella – Santino Pergolizzi

martedì 3 maggio 2016

PROVVEDIMENTI IN MATERIA DI PERSONALE PRECARIO (L.R. 17/3/2016, n.3)

Fervono gli incontri fra le parti sociali e le Amministrazioni Comunali della Regione Siciliana  a seguito dell’emanazione della legge di stabilità regionale (L.R. 17 marzo 2016, n.3, pubblicata il 18 marzo 2016 nella G.U.R.S. n. 12, S.O. n. 9) che all’art. 27 tratta delle disposizioni programmatiche in materia di personale precario.

Poiché entro il 30 giugno vi è l’obbligo di approvare il piano programmatico triennale delle assunzioni effettuabili negli anni 2016, 2017 e 2018 che tenga conto della possibilità annuale di assunzione  di personale, gli Enti che presentano risorse sufficienti e disponibilità di posti in pianta organica debbono definire entro il 31 dicembre 2016 l’iter di stabilizzazione ed utilizzare integralmente le risorse disponibili. I Comuni inadempienti, per il 2016, saranno esclusi dal riparto del fondo straordinario per compensare il possibile squilibrio finanziario (Comma 7 art. 30 L. R. n. 5/2014) nella misura del 50% del contributo spettante per i soggetti non stabilizzati. Dal 2017 la decurtazione del contributo è del 100%.

Siamo a conoscenza che tutti i Comuni hanno tanti posti vuoti in pianta organica e poiché possono attingere al riparto regionale del suaccennato fondo straordinario ci auguriamo una loro pronta attivazione al fine di concludere entro l’anno il processo di stabilizzazione per il loro personale precario.

lunedì 2 maggio 2016

AMMONTANO A PIU' DI 40 MILIONI DI EURO I DEBITI DEL COMUNE DI MILAZZO. I PROVVEDIMENTI CHE L'ENTE INTENDE APPROVARE

 Il Comune di Milazzo nell’ultima seduta consiliare, con 17 voti favorevoli e 1 contrario, ha deliberato l’inizio delle procedure per il riequilibrio finanziario pluriennale previste dagli art. 243 bis e seguenti del Dlgs 267/2000, così come introdotti dal D.L. 174 del 10 ottobre 2012, convertito in Legge 7 dicembre 2012, n. 213, in considerazione della sussiste...nza di debiti certificati di oltre 44 milioni che hanno creato uno squilibrio strutturale di bilancio al quale, secondo quanto affermato, non si può far fronte con le misure ordinarie previste dagli articoli 193 e 194 del TUEL.
L’Amministrazione Comunale, ritenendo di non potere estinguere per intero il proprio debito nei termini massimi consentiti dalla legge, ha sperimentato il tentativo di procedere a delle transazioni con i creditori che dovrebbero accettare la decurtazione del 30 o 35% di quanto loro spettante in modo da ridurre la massa debitoria quantificabile in 30 milioni di Euro.
Solo se le trattative avranno esito positivo il Consiglio dell’Ente, ai sensi dell’art. 243 bis, entro il termine perentorio di novanta giorni dalla data della citata delibera resa immediatamente esecutiva, intende approvare, nella misura massima di 30 milioni di Euro, un piano di riequilibrio finanziario pluriennale della durata massima consentita di 10 anni, compreso quello in corso, corredato degli adempimenti obbligatori necessari, compreso il parere dell’organo di revisione economico- finanziario e di trasmettere il tutto alla Procura Regionale della Corte dei Conti.
Nel caso di esito negativo, l’Ente sarà obbligato a ricorre al dissesto finanziario.

domenica 1 maggio 2016

UNA BATTUTA DEL BUONTEMPONE

LA PIRA, STURZO E MATTEI. UN CONVEGNO CHE SI TERRA' IL 28 MAGGIO 2016 A MILAZZO

Milazzo: Convegno CISS Milazzo "Sturzo -- La Pira -- Mattei, Oggi"



                 Milazzo, 28 Maggio 2016, Aula Magna Ettore Maiorana

Da Comunicato

Il CISS – Centro Internazionale Studi Luigi Sturzo, sede di Milazzo, assieme alle altre istituzioni e associazioni coinvolte, e con l’aiuto degli sponsor locali, sta organizzando il convegno Sturzo, La Pira e Mattei. Ideali in comune, visioni in contrasto. Sono state considerate due sessioni dedicate. La prima, per gli studenti delle scuole medie superiori, il 28.6.16, alle ore 9, 30, presso l’Aula Magna Istituto Tecnico Tecnologico “ Ettore Maiorana” di Milazzo e la seconda lo stesso giorno, aperta alla cittadinanza, dalle ore 16,30 presso la sala Consiliare del Comune di Milazzo.

A ben considerare, è facile pronosticare come saranno davvero esaltanti e coinvolgenti gli esiti dei due seminari, vista la ricchezza di argomenti, nonché quanto all’autorevolezza dei Relatori e al contributo del dibattito che, certamente, ne verrà anche mediante l’auspicata partecipazione di studenti e concittadini.
Pertanto, volendo anticipare una traccia d’interesse, ci limitiamo a presentare alcune considerazioni su don Sturzo, La Pira e Mattei come sviluppate dal prof. Marco Vitale e da Aldo Garsia, attenti studiosi dei nostri personaggi.
Così Marco Vitale nell’osservare in modo autenticamente nuovo il rapporto tra don Sturzo e La Pira e la valenza del loro contributo nel nostro quotidiano: “Incominciamo col porci una domanda molto semplice, ma decisiva : Pensiamo che La Pira accetterebbe questa economia e questo mondo dominati dalla finanza nel quale, dopo uno dei più colossali processi di concentrazione di potere economico e di ricchezza della storia umana, lo 0,5% della popolazione mondiale detiene valori per 69 trilioni di dollari, mentre il 68% dispone solo di 8 trilioni di dollari? dove la diseguaglianza è stata elevata a modello di sviluppo? dove l’isterismo del deficit si traduce sempre più in massicci tagli alla spesa sociale per tappare i giganteschi buchi scavati dai Banchieri? dove al centro non c’è più non solo l’Uomo ma neanche la produzione e neanche il profitto, come corretta remunerazione di fattori produttivi imprenditorialmente organizzati, ma c’è l’utile differenziale realizzato da chi è più bravo a girare la carta finanziaria? dove la disoccupazione, soprattutto quella giovanile, è ritornata in molti paesi, tra i quali l’Italia, a essere un dramma? dove i poveri e i ceti medi pagano imposte più elevate dei ricchi? dove l’attivo patrimoniale di una sola famiglia (la famiglia Walton che controlla Walmart) è uguale a quello dei 150 milioni di americani più poveri? dove beni comuni come l’acqua, vengono inesorabilmente privatizzati, mentre le perdite delle grandi Banche vengono trasferite sul pubblico impunemente e senza condizioni? dove ci si è rifiutati di apprendere alcunché dalla crisi scoppiata nel 2008? Voi pensate che La Pira amerebbe questa economia globale che, dopo il grande tradimento di Obama, potremmo denominare l’economia della J.P. Morgan e di Goldman Sachs che, insieme allo spietato capitalismo di Stato cinese, sono i veri problemi? Io penso di no! 
Ma, allora, pensiamo, a contrario, che questa economia sarebbe appoggiata e amata da Sturzo? 
Io sono certo di no! E per gli stessi motivi. Così come questa economia non sarebbe appoggiata né amata dai grandi Liberali autentici come Einaudi, così come da tutti coloro che inquadrano il proprio pensiero nell’ambito della Dottrina Sociale della Chiesa e da tutti coloro che hanno creato e realizzato l’economia sociale di mercato, da tutti coloro che si sono collocati e si collocano nel gran filone dell’ “Umanesimo economico cristiano”.
Forse oggi La Pira sarebbe più sensibile al tema delle “tre male bestie” di Sturzo, forse avrebbe attenuato la sua fiducia che tutto ciò che è pubblico è, per ciò stesso, buono !
Forse oggi Sturzo, dopo i grandi salvataggi bancari, soprattutto americani e inglesi, che hanno, per ora, salvato l’economia occidentale da una grande catastrofe, sarebbe meno rigido nel vedere in ogni intervento pubblico la mano del demonio socialista, ma si batterebbe perché a questi salvataggi corrisponda una chiamata di responsabilità ed una correzione delle degenerazioni comportamentali e istituzionali che li hanno resi necessari; forse Sturzo, oggi, sarebbe contento di come è andata con la Nuova Pignone e, sulla scorta di questa vicenda, si renderebbe maggiormente conto che, al di là del rigore delle cifre e dei bilanci, ci sono uomini e donne, strutture e competenze che è giusto difendere e cercare di far rifiorire a nuova vita, e che, talora, le visioni appassionate dei La Pira valgono più del rigore contabile dei contafagioli. 
Ma entrambi sarebbero, in prima linea, insieme, per battersi contro questa economia che sta facendo l’ultimo sforzo decisivo, per renderci tutti schiavi dei signori del denaro, per distruggere ogni umanità, ogni socialità, ogni rispetto per l’uomo e per la sua dignità e libertà.
Sarebbero entrambi, in prima linea, per difendere la loro e la nostra Costituzione, guidati ed ispirati dall’Umanesimo economico cristiano, che è la speranza dell’ Europa e del mondo.
E’ questo il dono che l’ Europa porta a un mondo umiliato e sottomesso dai signori del denaro.
Per difendere e dispensare questo dono abbiamo bisogno di profeti. Per questo abbiamo bisogno di entrambi, dell’utopista e sognatore La Pira, del rigoroso e ispirato Don Sturzo.” 
(Prof. Marco Vitale, tratto da: Sturzo e La Pira due visioni per un solo obiettivo:il bene Comune. Quaderni del CISS 2012 )
Quanto ad Aldo Garsia, egli ritiene che la figura di Mattei sia centrale quanto al dibattito sull’autonomia energetica di una Nazione:
“Nello stesso contesto si eleva gigante Enrico Mattei, figura prestigiosa dell’ingegno italiano . Egli appartiene a quella schiera di precursori che, già nel dopoguerra, avevano intuito quanto fosse importante occuparsi di energia e prefigurare nella strategia di sviluppo di un paese l’autonomia di approvvigionamento delle proprie fonti di energia. Senza energia niente sviluppo. E, con lo sviluppo dell’ energia, l’industria italiana doveva volare e produrre cultura e progresso per il nostro paese.”
Si ringraziano le istituzioni coinvolte nell’organizzazione dell’evento e gli sponsor.

 Relatori del Convegno 
Dott. Giuseppe De Lucia Lumeno Segretario Generale Associazione Nazionale Banche Popolari ; studioso di Giorgio La Pira 
Prof. Nicola Antonetti Insegna Storia delle Dottrine Giuridiche all’ Università di Parma; Presidente dell’ Istituto Luigi Sturzo Roma 
Prof. Giulio Sapelli Insegna Storia Economica all’ Università di Milano ; Vice Presidente della Fondazione “ Enrico Mattei “ 
On.le Alessandro Pagano Deputato Nazionale 
On.le Ernesto Preziosi Deputato Nazionale 

Concluderà le due Sessioni il Dott. Gaspare Sturzo, Presidente del Centro Internazionale Luigi Sturzo

VIVA IL PRIMO MAGGIO: FESTA DEI LAVORATORI