venerdì 28 novembre 2014

"PANE IN ATTESA " ANCHE A MILAZZO: CATENA DELLA SOLIDARIETA' IN FAVORE DELLE PERSONE BISOGNOSE



In molte città italiane fervono molte iniziative di solidarietà in favore delle persone sole ed indigenti.
A Milano le scuole elementari invitano a mensa gli anziani soli. L'iniziativa prende il nome di: "Adotta un nonno". Il momento del pranzo nelle scuole diventa una festa perché gli ospiti d'onore sono i vecchietti che, davanti ad un piatto, per qualche ora si ritrovano a fare i nonni agli scolari e si soffermano a raccontare alcuni episodi della loro vita. Per i bambini è una gioia e per loro diventa l'occasione per mangiare più in fretta.

A Napoli chi va al bar lascia la somma corrispondente ad una tazzina di caffè in favore di chi non è in grado di pagare. "Tu mangia, pago io" s'intitola l'iniziativa.

Anche Milazzo poveri al banco del "pane in attesa", l'iniziativa avviata lo scorso 25 Novembre 2014
come atto è sensibilità ai bisogni della gente. è stata ideata da un'associazione benefica con la stipula di una convenzione con alcuni panifici che, a richiesta dei clienti che nel comprare il pane ne pagano un altro in favore dei poveri, mettono quanto raccolto a disposizione degli indigenti
I panificatori confermano la valenza del progetto benefico: sono tanti che ogni giorno entrano e chiedono da 
mangiare
Nella prima giornata di "pane in attesa", in tre forni milazzesi, non sono stati tantissimi i "senzatetto" entrati nei panifici per prelevare dalla cesta del "pane in attesa" i c'è da dire che l'iniziativa portata avanti da "Milazzo solidale" è stata pubblicizzata solo da alcuni giorni.

L'iniziativa andrà comunque avanti, assicurano i Volontari dell'associazione, propagandando meglio il progetto:
."Dopo il successo avuto in diverse città italiane, il nostro gruppo di volontari ha deciso di provare a lanciare questa iniziativa di solidarietà anche a Milazzo. Abbiamo subito trovato la disponibilità di tre titolari di panifici, con i quali "siamo partiti". Pensiamo, comunque, che, strada facendo saranno altri panificatori a dare piena disponibilità. Il pane resterà a disposizione, per chi vive una condizione di indigenza (pensionati, nuovi poveri, vagabondi, e senzatetto) . Con un piccolissimo gesto, infatti, si può aiutare chi ha davvero scarsissime risorse economiche garantendogli gratuitamente il bene primario per eccellenza in ambito alimentare".

martedì 25 novembre 2014

DEFINIZIONE DI CITTA' DI GIORGIO LA PIRA

La città è il domicilio organico della persona umana. In ogni città, degna di questo nome, ciascuno deve avere una casa per amare, una scuola per imparare, un'officina per lavorare, un ospedale per guarire, una chiesa per pregare, e poi tanti giardini perchè i bambini possano giocare e i vecchi riposare in santa pace