giovedì 18 giugno 2015

Il Papa è tornato a chiedere l'accoglienza incondizionata dei clandestini



Oggi il Papa è tornato a chiedere l'accoglienza incondizionata dei clandestini ed ha considerato peccato il non accoglierli, un peccato che va perdonato. Parlando in piazza San Pietro ha esortato i fedeli: "Chiedete tutti perdono per le istituzioni e le persone che chiudono le loro porte a gente che cerca aiuto e cerca di essere custodita". 
Gli ha risposto seccamente il leader della Lega Nord Matteo Salvini: "C'è il Papa che dice chiediamo perdono ...per chi chiude la porta ai rifugiati... Ma quanti ce ne sono in Vaticano di rifugiati? Diciamo con rispetto al Papa che non abbiamo bisogno di essere perdonati, pecchiamo come tutti ma ci sentiamo buoni e generosi più di altri pseudo cattolici che dicono c'è posto per tutto il mondo".

Cari amici, qual è il peso delle parole del Papa sulle scelte dell'Italia? 
Com'è possibile che l'Italia sia l'unico Stato al mondo a investire i soldi degli italiani per farsi auto-invadere dai clandestini? A mio avviso è ora di dire basta anche al Papa che non ha evidentemente a cuore il bene degli italiani e si preoccupa solo di favorire l'invasione di clandestini su cui lucrano in tanti, soprattutto le associazioni catto-comuniste, mentre gli italiani si impoveriscono sempre di più.

QUANTO BLATERATO DA SALVINI COSTITUISCE UNA GRAVISSIMA OFFESA A TUTTI I CATTOLICI, ALLE NUMEROSISSIME ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO, ALLA CROCE ROSSA ED ALLE INNUMEREVOLI PERSONE CHE SPONTANEAMENTE DIUTURNAMENTE SI PRODIGANO A SOSTEGNO DI QUESTI DERELITTI IMMIGRATI SFUGGITI ALLE STRAGI ED AI MASSACRI DI MASSA.